IL TALENTO DELLA PASSIONE

  • Festival Internazionale Sul Filo del Circo
  • La XIV Edizione di Sul Filo del Circo, Festival Internazionale di Circo Contemporaneo nasce sotto l’egida di uno dei decreti ministeriali più importanti sullo spettacolo dal vivo del dopoguerra. Per la prima volta infatti il Ministro Franceschini introduce da un lato un impianto che vuole dare grande trasparenza, riconoscimento dei meriti qualitativi e quantitativi delle iniziative e discrezionalità alle commissioni di esperti sul giudizio artistico e dall’altro per quanto concerne il circo introduce con vigore priorità per chi sviluppi un discorso votato alla contemporaneità e non utilizzi gli animali sulla scena.

    Il Festival è già solidamente orientato in questa direzione da oltre dieci anni e in più, ai noti dualismi maestro/allievo, classico/contemporaneo, debuttante/consolidato, tradizionale/innovativo, comico/poetico, artistico/commerciale, frontale/circolare non fornisce più alibi ma occasioni di rappresentazione: allo spazio scenico collaudato del Teatro Le Serre, con 490 posti e fruizione all’italiana da quest’anno si aggiunge il piccolo Chapiteau Vertigo, spazio circolare per 145 spettatori. Una programmazione incessante che fuga il rischio di ogni possibile formattazione delle edizioni precedenti: si possono proporre titoli più intimi, a tutto beneficio di una fruizione unica, ravvicinata ed esclusiva senza il timore di sbagliare il calibro.

    Presto scopriremo quanto questo decreto voglia davvero premiare l’emergenza della creatività giovane o per usare una espressione cara al Gattopardo (unico animale ammesso in un circo contemporaneo) sia stato necessario cambiare tutto perché nulla cambi.

    Sarà vero che nomina sunt consequentia rerum o è piuttosto il contrario, le cose sono la conseguenza delle parole, delle etichette, delle classificazioni, dei decreti?

    Il festival è d’autore di una dialettica del circo: tra paradossi, certezze, ossimori e sinestesie. Non manca un chiasmo (non a caso le figure della retorica classica stanno invisibilmente alla composizione di qualunque opera): il circo d’arte vs l’arte del circo ovvero l’incognita vs l’inconfutabile. Due profili allo specchio, da un lato la garanzia del facile, dall’altro il rischio dell’incognito.

    Un circo messo a nudo, spogliato di ogni orpello, così come non si è mai visto.

    Una grande kermesse per centocinquanta artisti, creatori e interpreti, una comunità di dream hunters, per trenta giorni di spettacolo che non deluderanno i novemila spettatori del Festival .

    Per la XIV edizione abbiamo chiamato a raccolta il meglio della scena internazionale: la Compagnia Sisters, che come Anteprima della Saison Européenne des Arts du Cirque propone Clockworks spettacolo laureato a Circus Next, una personale metamorfosi di un circo che esplode come una bomba a orologeria. Dagli Stati Uniti il Ricochet Projet porta la sua poesia acrobatica e rarefatta di corpi spogliati allo specchio. La Compagnia blucinQue presenta un circo inedito: concerto per corpo, attrezzo e movimento, esito di un percorso di ricerca e innovazione. In prima nazionale il collettivo francese Zanzibar propone un’opera circense totale…un'ora senza fiato in cui le energie della musica live esplodono tra le prodezze spiazzanti dei venti artisti internazionali e il Circo Zoè in prima nazionale ci porta Naufragata, reduce dal Musée Picasso, uno spettacolo dedicato a tutti quelli che, almeno una volta, hanno perso la propria rotta. Torna a Grugliasco dal Belgio l’artista eclettico Elastic, un’ora di spettacolo per due ore di risate… La Compagnia francese La Meute, docile muta di acrobati, complici e propulsivi, riporta al centro della scena le tecniche circensi dell'altalena russa che fanno il loro debutto assoluto sotto la cupola del Teatro Le Serre e a seguire dalla Spagna Vol’e temps, Vincitori del Premio Internazionale per Giovani Artisti del 2014, presenta la sua creazione fatta di comicità surreale e spiazzante, plasmata sul ritmo di un gioco circense.

    Il cirque à nouveau di Jérôme Thomas incontra le promesse di domani, con la nuova creazione di Cirko Vertigo e andrà in scena con una forma breve intitolata Untitled#Grugliasco insieme al giovane talento Malte Peter. Bianco è il colore della poetica scelta da Finzi Pasca, tra i cinque maestri contemporanei del circo attuale, in uno spettacolo che ci condurrà nel mondo dei sogni ma con gli occhi bene aperti. Dall’Argentina Quimeras è un lavoro sovente a testa in giù, per cacciatori di ideali e rabdomanti di felicità. Dalla Francia il duo irresistibile Les Gums, che in linea con la tradizione del clown, scatena una raffica di risate per dimenticare tutto e ricordare chi si è veramente e infine il Collectif de la Bascule il più spettacolare gruppo di bascula ungherese in circolazione in Europa costruisce uno spettacolo che racchiude sulla scena un universo acrobatico fatto di mille mondi in un singolo istante di vita.

    Il Direttore Artistico
    Paolo STRATTA


  • Festival Internazionale Sul Filo del Circo
    Festival Internazionale Sul Filo del Circo
  • “Festival Internazionale sul Filo del Circo”, denominazione della nostra splendida rassegna di circo contemporaneo del Teatro Le Serre (TLS), contiene in se un interessante esempio dell'efficacia, ma anche dei limiti delle parole che il linguaggio ci mette a disposizione.

    È doppiamente efficace definire “internazionale” il Festival per ricordare che giunto alla sua XIV edizione le compagnie nel programma giungono da tutto il mondo, non solo paesi europei ma anche Stati Uniti e Argentina. La grande parte degli spettacoli vedrà sul palco artisti stranieri che portano esperienze, abilità e percorsi originali e inaspettati, che risentono, naturalmente, delle diverse culture in cui sono maturati. Ma l'internazionalità di questa rassegna grugliaschese è data anche dal posizionamento raggiunto dalla sua identità e dal riconoscimento del suo valore fuori dai confini nazionali. Ed è proprio grazie alla sua fama e al suo prestigio, diffusi in terre lontane, che si possono ospitare artisti che da terre lontane arrivano.

    “Circo”, invece, nella modernità di questa categoria di spettacolo, e in particolare per il nostro Festival, è una parola con qualche limite filologico. È vero che da tempo si aggiunge “contemporaneo” per chiarire subito che non si tratta di elefanti e domatori, ma qualche dubbio rimane ugualmente. Gli spettacoli che vedrete a luglio al TLS, hanno, infatti, in se un carico talmente vistoso di contaminazioni e trasversalità con altre forme di spettacolo, dalla musica al teatro, alla danza, al cabaret, capaci di configurare un unicum culturale, estremamente moderno, di altissima creatività e difficile da circoscrivere nell'immaginario evocato dalla manifestazione circense pura e semplice.

    Quindi prepararsi alle sorprese è il consiglio che diamo al pubblico numerosissimo che ci segue da tredici anni, perché questo Festival è un viaggio, il paesaggio nel finestrino cambia continuamente e propone suggestioni sempre nuove, capaci di attrarre il nostro sguardo e di attivare il nostro pensiero. Viaggiate con noi.

    Il Sindaco della Città di Grugliasco
    Roberto MONTÀ

     

     

    L'Assessore alla Cultura
    Pierpaolo BINDA


  • Festival Internazionale Sul Filo del Circo
  • Giunto alla sua XIV edizione, il Festival “Sul Filo del Circo” è una realtà consolidata, frequentata e riconosciuta a livello nazionale e internazionale che, negli anni, ha saputo coniugare la ricerca delle novità con la passione per una antica tradizione .

    La rassegna di Grugliasco, con i suoi tantissimi artisti, provenienti da tutto il mondo, rinnova al Parco Le Serre un evento importante, che il pubblico premia con la propria presenza e che rappresenta un luogo di incontro e di aggiornamento sulle tendenze e i linguaggi del circo contemporaneo . Un progetto che le istituzioni territoriali portano avanti con convinzione e lungimiranza da anni, aprendo la città a tante espressioni del circo internazionale.

    La Direzione Generale Spettacolo, formula a tutti coloro che attivamente hanno lavorato alla preparazione di questa iniziativa, a chi lo realizza, agli interpreti ed al loro pubblico i più sentiti auguri di buon lavoro.

    Direttore Generale per lo Spettacolo dal Vivo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali
    Salvatore NASTASI


  • Festival Internazionale Sul Filo del Circo
  • Nell’assolvere al proprio compito di sostegno e di promozione della cultura, la Regione Piemonte svolge un ruolo di attento e costante interlocutore nei confronti del composito panorama di realtà che animano la scena regionale, fonte primaria di un ricco calendario di iniziative sul territorio ed espressione tangibile del dinamismo piemontese nel settore delle arti e dello spettacolo.

    Un contesto nel quale spiccano appuntamenti ormai divenuti punti di riferimento come nel caso di “Sul Filo del Circo”, festival di rilevanza nazionale e internazionale per qualità e quantità di titoli presentati in anteprima, che giunge alla sua 14a edizione proponendosi quale straordinaria occasione per conoscere da vicino una forma di spettacolo che porta con sé il senso della contemporaneità e della multidisciplinarietà.

    Popolare per tradizione, innovativo per vocazione, il circo attuale abbraccia il pubblico a 360 gradi, lo stimola a riflessioni e lo coinvolge intimamente attraverso il linguaggio universale del movimento. Un genere di cui Grugliasco, nella cornice del prestigioso Parco Culturale Le Serre, ha saputo riconoscere e cogliere l'importanza, facendone un fattore caratterizzante e attrattivo, connotandosi con un elemento d’identità territoriale forte che grazie a questa manifestazione rende per un mese il Piemonte il palcoscenico privilegiato delle ultime e più interessanti creazioni mondiali.

    Alla guida di 150 giovani artisti internazionali, a dare lustro ad una kermesse ancora più ricca di proposte per un intero mese di programmazione, le mani esperte ed autorevoli di Jérôme Thomas, Jef Odet e Daniele Finzi Pasca , veri mostri sacri di un circo del tempo presente che fanno della rassegna “Sul Filo del Circo” un evento pressoché unico, alla cui realizzazione la Regione Piemonte è lieta di contribuire.

    Assessore alla cultura e al turismo della Regione Piemonte
    Antonella Parigi


  • Festival Internazionale Sul Filo del Circo
  • Il Festival Internazionale di circo contemporaneo Sul Filo del Circo di Grugliasco è giunto alla XIV edizione con rinnovato slancio e vigore a testimonianza della vitalità di un territorio, quello della zona ovest della Provincia di Torino, che negli ultimi anni ha saputo reinventarsi ed essere leader dell’intera Regione.

    Un risultato che coniuga la qualità di un progetto artistico all’avanguardia, non a caso precursore di una tendenza nazionale sancita anche dal nuovo decreto del Ministro Franceschini che norma il sostegno allo spettacolo dal vivo che proprio da quest’anno ha previsto il riconoscimento delle realtà artistiche di circo contemporaneo.

    Il Festival trova nel binomio pubblico / privato un risultato di eccellenza, grazie da un lato agli oltre ottomila spettatori che frequentano la kermesse estiva e dall’altro al fondamentale sostegno che grazie al Mibact arriva alla manifestazione.

    Frequento personalmente il Festival da diversi anni e ne ho potuto apprezzare la genesi e la traiettoria che gli ha permesso di consolidare a livello nazionale una posizione di primissimo piano per varietà della proposta, ampiezza e qualità degli stili all’interno del nouveau cirque.

    Auguro dunque a tutti un’intensa estate di spettacoli in cui il talento e la passione degli artisti e dei programmatori sono certo non mancheranno di emozionarvi.

    VII Commissione Istruzione e Cultura Camera dei Deputati
    On. Umberto D’Ottavioi